Categorie presenti sul portale parrocchiale

News

Ultime News del portale
APRI

Calendario Settimanale

Appuntamenti di tutta la settimana, delle attività parrocchiali
APRI

Incontri

News su incontri dei gruppi
APRI

EVENTI / INCONTI

Incontri
Data: 26.09.2016 | ore 21:00
Data: 27.09.2016 | ore 21:00

Eventi
Catechesi

Vedi tutti gli eventi e gli incontri

Prossimi appuntamenti

Prossimi appuntamenti
APRI

Parrocchia

Anno Pasrorale, link, Storia, Conatatti e galleria
APRI

Oratorio

News
Eventi
incontri
Attività
APRI

Settimana Biblica

News, programma archivio e audio incontri.
APRI


Ultime News

Eventi/Incontri imminenti

Data: 26.09.2016 | ore 21:00
Data: 27.09.2016 | ore 21:00
Data: 29.09.2016 | ore 19:00

Diretta (live)

Diretta streaming avvenimenti parrocchiali: Santa Messa, Adorazione, Avvenimenti.

Per vedere le dirette clicca su questo link

VEDI DIRETTA CLICCA QUI

PROGRAMMAZIONE DIRETTE STREAMING

  • Nota Pastorale "Cristiani non si nasce ma si diventa"

    Carissimi, mentre invio a tutti i sacerdoti e fedeli della Diocesi la Nota pastorale sull'Iniziazione cristiana nella Diocesi di Tivoli Cristiani non si nasce ma si diventa, sono fin d'ora ad invitare tutto il popolo di Dio alla sua presentazion […]

  • Calendario delle attività pastorali per l'anno 2016-2017

    Carissimi, anche quest’anno desidero farvi pervenire per tempo il Calendario diocesano per l’anno pastorale 2016-17. Esso vi sarà utile per conoscere i momenti che la nostra Chiesa – a vari livelli e su più fronti – vivrà e celebrerà. A […]

Fonte diocesitivoli.it diocesitivoli_logo

Lunedì 26 Settembre 2016 : Libro di Giobbe 1,6-22.
Un giorno, i figli di Dio andarono a presentarsi davanti al Signore e anche satana andò in mezzo a loro. Il Signore chiese a satana: "Da dove vieni?". Satana rispose al Signore: "Da un giro sulla terra, che ho percorsa". Il Signore disse a satana: "Hai posto attenzione al mio servo Giobbe? Nessuno è come lui sulla terra: uomo integro e retto, teme Dio ed è alieno dal male". Satana rispose al Signore e disse: "Forse che Giobbe teme Dio per nulla? Non hai forse messo una siepe intorno a lui e alla sua casa e a tutto quanto è suo? Tu hai benedetto il lavoro delle sue mani e il suo bestiame abbonda di terra. Ma stendi un poco la mano e tocca quanto ha e vedrai come ti benedirà in faccia!". Il Signore disse a satana: "Ecco, quanto possiede è in tuo potere, ma non stender la mano su di lui". Satana si allontanò dal Signore. Ora accadde che un giorno, mentre i suoi figli e le sue figlie stavano mangiando e bevendo in casa del fratello maggiore, un messaggero venne da Giobbe e gli disse: "I buoi stavano arando e le asine pascolando vicino ad essi, quando i Sabei sono piombati su di essi e li hanno predati e hanno passato a fil di spada i guardiani. Sono scampato io solo che ti racconto questo". Mentr'egli ancora parlava, entrò un altro e disse: "Un fuoco divino è caduto dal cielo: si è attaccato alle pecore e ai guardiani e li ha divorati. Sono scampato io solo che ti racconto questo". Mentr'egli ancora parlava, entrò un altro e disse: "I Caldei hanno formato tre bande: si sono gettati sopra i cammelli e li hanno presi e hanno passato a fil di spada i guardiani. Sono scampato io solo che ti racconto questo". Mentr'egli ancora parlava, entrò un altro e disse: "I tuoi figli e le tue figlie stavano mangiando e bevendo in casa del loro fratello maggiore, quand'ecco un vento impetuoso si è scatenato da oltre il deserto: ha investito i quattro lati della casa, che è rovinata sui giovani e sono morti. Sono scampato io solo che ti racconto questo". Allora Giobbe si alzò e si stracciò le vesti, si rase il capo, cadde a terra, si prostrò e disse: "Nudo uscii dal seno di mia madre, e nudo vi ritornerò. Il Signore ha dato, il Signore ha tolto, sia benedetto il nome del Signore!". In tutto questo Giobbe non peccò e non attribuì a Dio nulla di ingiusto.
Lunedì 26 Settembre 2016 : Salmi 17(16),1.2-3.6-7.
Accogli, Signore, la causa del giusto, sii attento al mio grido. Porgi l'orecchio alla mia preghiera: sulle mie labbra non c'è inganno. Venga da te la mia sentenza, i tuoi occhi vedano la giustizia. Saggia il mio cuore, scrutalo di notte, provami al fuoco, non troverai malizia. Io t'invoco, mio Dio: dammi risposta; porgi l'orecchio, ascolta la mia voce, mostrami i prodigi del tuo amore: tu che salvi dai nemici chi si affida alla tua destra.
Lunedì 26 Settembre 2016 :
Lunedì 26 Settembre 2016 : Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 9,46-50.
In quel tempo, sorse una discussione tra loro, chi di essi fosse il più grande. Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un fanciullo, se lo mise vicino e disse: «Chi accoglie questo fanciullo nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato. Poiché chi è il più piccolo tra tutti voi, questi è grande». Giovanni prese la parola dicendo: «Maestro, abbiamo visto un tale che scacciava demòni nel tuo nome e glielo abbiamo impedito, perché non è con noi tra i tuoi seguaci». Ma Gesù gli rispose: «Non glielo impedite, perché chi non è contro di voi, è per voi».
Lunedì 26 Settembre 2016 : Commento San Giovanni Cassiano
I grandi nella fede non si vantavano affatto del loro potere di compiere meraviglie. Professavano che il loro merito non contava nulla, ma che la misericordia del Signore aveva fatto tutto. Se qualcuno ammirava i loro miracoli, rifiutavano la gloria umana con parole prese in prestito agli apostoli: «Fratelli, perché vi meravigliate di questo e continuate a fissarci come se per nostro potere e nostra pietà avessimo fatto camminare quest'uomo?» (At 3,12). Ritenevano infatti che nessuno dovesse essere lodato per i doni e le meraviglie di Dio... Tuttavia a volte capita che uomini portati al male, riprovevoli riguardo alla fede, scaccino i demòni e compiano prodigi nel nome del Signore. Di questo gli apostoli si lamentavano un giorno: «Maestro, abbiamo visto un tale che scacciava demòni nel tuo nome e glielo abbiamo impedito, perché non è con noi tra i tuoi seguaci». Per ora Gesù risponde: «Non glielo impedite, perché chi non è contro di voi, è per voi» (Lc 9,49-50). Ma quando, alla fine dei tempi, costoro diranno: «Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e cacciato demòni nel tuo nome e compiuto molti miracoli nel tuo nome?», egli attesta che risponderà: «Non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi operatori di iniquità» (Mt 7,22-23). A coloro che lui stesso ha gratificati con la gloria dei segni e dei miracoli, Il Signore raccomanda di non innalzarsi sopra gli altri per questo motivo. «Non rallegratevi però perché i demòni si sottomettono a voi; rallegratevi piuttosto che i vostri nomi sono scritti nei cieli» (Lc 10,20). L'autore di tutti i segni e miracoli chiama i suoi discepoli ad accogliere la sua dottrina: «Venite, dice loro, ... e imparate da me» – non a sciacciare i demòni con la potenza del cielo, né a guarire i lebbrosi, né a rendere la vista ai ciechi, e nemmeno a risuscitare i morti, bensì egli dice: «...imparate da me, che sono mite e umile di cuore» (Mt 11, 28-29).

Il Vangelo del Giorno (feed: vangelodelgiorno.org)

  • «Prima i nostri»: il Ticino contro i frontalieri

    Il Canton Ticino dice sì ai limiti per i lavoratori frontalieri provocando l'ira dell'Italia, con il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni che paventa conseguenze nei rapporti tra l'Ue e la Svizzera senza il rispetto della libera circolazione. Gli elettori del Cantone svizzero hanno approvato a larga maggioranza l'iniziativa popolare "Prima i nostri" per frenare il flusso degli oltre 60mila frontalieri italiani che ogni giorno attraversano il confine per recarsi a lavorare in Ticino. Al termine di un'accesa campagna, all'ombra di manifesti con una mela rossocrociata, il referendum …

  • Il Papa al Giubileo dei catechisti: «L'insensibilità scava abissi»

    ​Davanti ai tanti Lazzaro, ai tanti poveri che vediamo, siamo chiamati a “inquietarci” e a trovare vie per “incontrare e aiutare”, senza “delegare” o rimandare. Così il Papa nell'omelia della Messa celebrata domenica in Piazza San Pietro per il Giubileo dei catechisti. A loro Francesco ha ricordato che, in un mondo in cui la mondanità “anestetizza l’anima”, non vanno emessi “giudizi amari sulla società, sulla Chiesa, su tutto e tutti” ma la missione è quella di “fare la storia” …

Fonte avvenire.itavvenire_logo

  • Card. Parolin in Colombia per firma accordi di pace tra governo e Farc

    Giornata storica  domani in  Colombia, dove il presidente Juan Manuel Santos e i vertici delle Farc sigleranno l’intesa che mette fine a 52 anni di conflitto tra le forze governative e la guerriglia di matrice socialista. Il Paese arriva a questo risultato dopo 4 anni di negoziati a L’Avana, a cui ha dato un contributo decisivo la Santa Sede. Il servizio di Marco Guerra : Per capire l’importanza dell’accordo di pace tra il governo di Bogotà e i guerriglieri marxisti delle Farc basta ricordare i numeri della vera e propria guerra civile che …

  • Catechisti: insegniamo la gioia del Vangelo, con il buon esempio

    Insegnare il Vangelo ai ragazzi partendo dal buon esempio di vivere una vita alla luce della parole di Dio. Questo il pensiero comune dei numerosi catechisti, giunti da tutto il mondo che hanno gremito questa mattina piazza San Pietro, per partecipare al loro Giubileo e alla celebrazione eucaristica presieduta da Papa Francesco. Ascoltiamo alcune testimonianze dei partecipanti, raccolte da Marina Tomarro: R. – Oggi vuol dire veramente annunciare il Vangelo, provocare le coscienze e andare anche un po’ controcorrente, con gioia, come ci ha detto il Papa. D. – E …

Fonte news.va vat news logo

SOCIAL


Seguici sulla nostra pagina news e Santo del giorno.

Scarica la app e naviga più veloce.

Canale youtube live per dirette.